Presbiopia

Come si manifesta la presbiopia?

I caratteri molto piccoli rappresentano una sfida e qualsiasi tipologia di testo, dal libro al tablet, deve essere tenuta a distanza per poter essere letta. Inoltre, leggere in condizioni di scarsa illuminazione risulta particolarmente difficoltoso, i simboli e i testi sullo smartphone appaiono sfuocati, e diventa sempre più difficile passare dagli oggetti vicini a quelli lontani. Anche se i sintomi della presbiopia sono simili a quelli dell'ipermetropia, la prima incorre solamente dai 40 anni in su quando i muscoli oculari iniziano ad essere meno elastici. Alcuni se ne accorgono presto, altri soltanto più tardi. L'ipermetropia e la miopia sono quasi sempre ereditarie.



Visione dopo i 40 anni

L’occhio presbite forma un’immagine sfuocata di un oggetto vicino, poiché la capacità di adattamento del cristallino, necessaria per mettere a fuoco gli oggetti vicini, diminuisce con l’età.


Come si corregge la presbiopia?

Le persone affette da presbiopia che non soffrono di altri disturbi visivi, come la miopia o l'ipermetropia, possono tranquillamente utilizzare le lenti da lettura per distinguere nitidamente gli oggetti vicini. Chi invece soffre di presbiopia ed è inoltre miope o ipermetrope e quindi è già portatore di occhiali viene solitamente indirizzato verso l'uso di lenti progressive: queste prevedono aree con diversi poteri correttivi, che consentono la visione di immagini nitide a qualsiasi distanza. La presbiopia può anche essere corretta con lenti a contatto multifocali. Attraverso un controllo dell'efficienza visiva, è possibile scoprire deficit come la presbiopia e ottenere suggerimenti sui dispositivi più adeguati per un'eventuale correzione.